Correva l'anno 1998

Nel 1998, come nei precedenti anni di questo decennio, le nuove tecnologie nel settore delle telecomunicazioni dominano essenzialmente la nostra vita quotidiana. Aziende come Telecom, Wind, Tiscali ed Infostrada si dividono il mercato creando i più svariati servizi per gli utenti del Web e della telefonia mobile.

Si parla già di "WAP", la rivoluzionaria tecnologia che permette di navigare in Internet col proprio cellulare, mentre i Tacs lasciano ormai spazio ai più moderni GSM. Anche le riviste settimanali arrivano nelle edicole arricchite spesso e volentieri di supplementi informatici.



Per tutto l'anno o quasi si parla del caso Monica Lewinsky, una vicenda a sfondo erotico che riempie le prime pagine della stampa scandalistica mondiale e che finisce per travolgere come un uragano il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, reo di fronte alla nazione di avere avuto rapporti sessuali con la giovane stagista.

Inizia una battaglia legale che non ha precedenti tra gli avvocati della Lewinsky e la Casa Bianca, nella quale l'immagine di Clinton verrà messa più volte in discussione. Alla fine gli Americani, con un certo buon senso, sapranno discernere tra sessualità ed impegno politico, schierandosi a favore del proprio Presidente.

Dal 15 giugno Roma ospita i paesi dell'ONU come sede dei lavori della conferenza per l'istituzione del Tribunale Penale Permanente contro i crimini di guerra.

L'obiettivo è quello di creare un organo giudiziario internazionale che funzioni da deterrente contro i genocidi e le stragi di massa come quelle a cui purtroppo abbiamo già assistito nei conflitti in Bosnia e Ruanda.

In Italia, nel mese di ottobre il parlamento nega la fiducia al governo Prodi. Il Presidente Scalfaro, dopo alcune consultazioni, decide di affidare il nuovo incarico all'attuale segretario del PDS Massimo D'Alema, sollevando le vivaci proteste dell'opposizione, che contesta la legittimità di questo nuovo governo.

Nel corso dell'anno nascono anche due nuove formazioni politiche: "l'Italia dei valori" fondata da Antonio Di Pietro e l'UDR di Francesco Cossiga.

A giugno l'Italia del pallone si incolla davanti ai teleschermi colpita dalla febbre del mondiale, che ogni 4 anni contagia inevitabilmente anche chi non è abitualmente un grande appassionato di calcio.

Anche questa volta però la delusione è molto forte: la nazionale azzurra, allenata da Cesare Maldini, nei quarti di finale viene eliminata ai rigori dalla Francia, nazione ospitante, che uscirà vittoriosa dal torneo.

Ci riscattiamo nel ciclismo grazie a Marco Pantani che si impone al Tour de France. Sarà comunque una vittoria amara, rovinata in seguito dalle polemiche e dai veleni scaturiti dalle inchieste sul doping.

Il mondo dello spettacolo è in lutto: la mattina del 9 settembre all'età di 55 anni, muore Lucio Battisti, uno dei più grandi miti della musica leggera italiana.

E' l'anno di Andrea Bocelli, che con il singolo "con te partirò" ottiene finalmente il grande successo che lo porterà ad affermarsi anche in campo internazionale. Dall'estero arriva il fascino tutto latino di Jennifer Lopez, cantante e attrice di origine portoricana dalla prorompente carica di sensualità.

Il sesso è un elemento dominante del 1998: una novità a riguardo è costituita dall'arrivo sul mercato del "Viagra", un nuovo farmaco per combattere l'impotenza che promette miracoli in tema di prestazioni sessuali.

"Noi che avevamo la cabina e usavamo i gettoni per telefonare
Noi che avevamo la Polaroid e aspettavamo che uscisse la foto
Noi che la nostra penitenza era ‘dire,fare,baciare,lettera,testamento'
Noi che per sapere se c’era l’amico in casa suonavamo il campanello
Noi che sorridiamo ogni volta quando ripensiamo a quei bellissimi anni
e che sappiamo che gli altri non immaginano nemmeno cosa si sono persi"