Correva l'anno 1990

Il 1990 è un anno pieno di energia in cui si iniziano a gettare le basi del profondo cambiamento che caratterizzerà la società degli anni '90. Si inizia purtroppo con un lutto: muore all'età di 94 anni Sandro Pertini, il Presidente più amato dagli Italiani.

In Sud Africa Nelson Mandela torna in libertà dopo 27 anni di carcere. Il Presidente DE Klerk annuncia anche la fine della clandestinità per le organizzazioni anti-apartheid.



La Russia si divide in repubbliche autonome. Sulla Piazza Rossa viene inaugurato il Mc Donald più grande del mondo, segno inequivocabile della trasformazione e dell'apertura nei confronti dell'Occidente da parte della politica di Gorbaciov.

Il 2 agosto L'Irak di Saddam Hussein invade il Kuwait. L'ONU impone sanzioni all'Irak e minaccia di intervenire con la forza proclamando un ultimatum che scadrà il 15 gennaio del 1991.

Giovanni Paolo II si reca nella sua Polonia non più sotto il regime comunista. È un bagno di folla davvero commovente. In Italia Il PCI cambia nome e simbolo: nasce la quercia del PDS.

Il progresso tecnologico continua la sua marcia inarrestabile. Avviene quest'anno una vera e propria invasione della telefonia mobile con la nascita del telefonino cellulare, destinato a diventare oggetto di culto del decennio.

Nove italiani, tra cui Gianni Agnelli e Silvio Berlusconi, sono tra le cento persone più ricche del mondo secondo la rivista "Fortune".

Inizia nel 1990 il curioso fenomeno degli sport estremi, come "Free climbing", "Bungee jumping", "Rafting". Molte le imprese di questi anni tra le quali quella incredibile di Reinold Messner, che attraversa quest'anno l'Antartide a piedi.

Esplode la moda degli Swatch, i colorati orologi di plastica, che diventano un simbolo degli anni '90. Anche in campo scientifico il progresso si fa sentire. Nascono i primi allevamenti di animali transgenici, usati per coltivare geni da trapiantare su organismi umani malati.

Per quanto riguarda lo sport il 1990 è l'anno dei Mondiali di calcio in Italia. Il mondiale in terra italiana porta decisamente bene alla Germania, che vince il suo terzo titolo superando in finale l'Argentina di Diego Maradona, artefice dello storico scudetto del Napoli.

Ma è un'annata memorabile anche per "Il Moro", la barca italiana guidata da Paul Cayard, che sfiora l'America's Cup. Una curiosità: nel 1990 la torre di Pisa viene chiusa ai turisti perché pericolante. Sarà riaperta al pubblico undici anni dopo nel 2001.

In campo televisivo ci sono alcune novità. Va in vigore la legge Mammì che regola l'emittenza pubblica e privata. Nascono nuove trasmissioni di successo tra le quali "Striscia la notizia", ancora oggi il tiggì satirico più seguito dagli Italiani. Iniziano anche soap opera molto popolari come "Beautiful".

Nel cinema è l'anno di "Balla coi lupi", il film più famoso di Kevin Costner che vince anche l'Oscar e "Pretty woman", con la grande coppia rivelazione Richard Gere e Giulia Roberts.

In campo musicale sono tre gli eventi degni di essere ricordati, tutti nel mese di luglio: il grande concerto dei Pink Floyd a Berlino per celebrare la caduta del muro, l'esibizione dei tre tenori Domingo, Carreras e Pavarotti alle terme di Caracalla e la tappa italiana del tour di Madonna.

Nelle discoteche nasce il genere "House", dal quale deriveranno in seguito anche la "Techno" e l' "Underground".

"Noi che avevamo la cabina e usavamo i gettoni per telefonare
Noi che avevamo la Polaroid e aspettavamo che uscisse la foto
Noi che la nostra penitenza era ‘dire,fare,baciare,lettera,testamento'
Noi che per sapere se c’era l’amico in casa suonavamo il campanello
Noi che sorridiamo ogni volta quando ripensiamo a quei bellissimi anni
e che sappiamo che gli altri non immaginano nemmeno cosa si sono persi"