Correva l'anno 1988

Il 1988 si presenta come uno dei più pacifici e tranquilli del decennio. Non si riscontrano eventi particolarmente sconvolgenti a parte un disastroso terremoto che colpisce l'Armenia verso la fine dell'anno.

L'unica che sembra non risentire di questo clima disteso è la politica italiana. Esplode lo scandalo delle tangenti per le carceri d'oro, che investe come un ciclone il segretario del PSDI Franco Nicolazzi, costretto alle dimissioni.



Nel mese di marzo si dimette anche il Governo Goria, messo in crisi dalla vicenda relativa alla centrale nucleare di Montalto di Castro. Nel mese di aprile si insedia il nuovo Governo presieduto dal leader della DC Ciriaco De Mita.

Le amministrative di maggio confermano la crescita della DC e del PSI e decretano un vistoso calo del PCI, che si rimette in discussione aprendo dibattiti e riflessioni tra i propri sostenitori. A giugno il nuovo segretario del Partito Comunista diventa Achille Occhetto.

In America, George H. W. Bush, già vicepresidente durante i due mandati di Ronald Reagan, diventa il 41º Presidente degli Stati Uniti. Intanto in Italia si apre quest'anno il caso della Sacra Sindone.

Alcuni esami specifici dimostrerebbero che il telo di lino su cui , secondo la credenza, è raffigurato il volto di Cristo, risalirebbe in realtà ad un' epoca superiore. La Chiesa pertanto dichiara che si tratta di un falso.

Si inaugura a Torino il primo "Salone del libro". E' un successo, sia per la nutrita presenza di editori, oltre cinquecento, che per la grande affluenza di pubblico.

Il cinema consacra quest'anno "L'ultimo Imperatore" di Bernardo Bertolucci, che conquista 9 Oscar. Molto apprezzato, soprattutto dalla critica, "La leggenda del santo bevitore" di Ermanno Olmi, ma il film rivelazione è sicuramente "Donne sull'orlo di una crisi di nervi", il primo grande successo di Pedro Almodòvar.

Per quantio riguarda lo sport si aprono a Calgary, capitale dell'Alberta in Canada, la XV edizione delle Olimpiadi invernali, che mettono in subito in evidenza il nuovo fenomeno dello sci alpino: il 21enne Alberto Tomba.

Nel 1988 per la prima volta si comincia a parlare di comunicazioni senza fili, di nuove tecnologie che permetterebbero ai computer di comunicare tra loro da parti opposte del pianeta in tempo reale.

Il giovane Robert Morris, della Cornell University, lancia il primo worm, un programma auto-replicante in grado di aprire una connessione con altre macchine in remoto. Si prepara ormai il terreno all'avvento di internet, il mondo in rete.

Si sviluppa parallelamente il mercato delle antenne paraboliche, con le quali si possono ricevere i canali via satellite.

Fenomeno musicale dell'anno è Lorenzo Jovanotti, un'altra creatura di Claudio Cecchetto. I ragazzi si scatenano al ritmo di "E' qui la festa?" e "Gimme five"che diventano presto i tormentoni dell'anno.

"Noi che avevamo la cabina e usavamo i gettoni per telefonare
Noi che avevamo la Polaroid e aspettavamo che uscisse la foto
Noi che la nostra penitenza era ‘dire,fare,baciare,lettera,testamento'
Noi che per sapere se c’era l’amico in casa suonavamo il campanello
Noi che sorridiamo ogni volta quando ripensiamo a quei bellissimi anni
e che sappiamo che gli altri non immaginano nemmeno cosa si sono persi"